Archivi tag: Acqua

I consigli di Antonella ed Elisa – l’epilazione

Uno o due giorni prima dell’epilazione  è consigliabile effettuare uno scrub  per eliminare le cellule morte che tendono ad ostruire la fuoriuscita del pelo. Si consiglia in oltre di ripeterlo anche un paio di giorni dopo l’epilazione… il risultato vi sorprenderà e vedrete che le gambe risulteranno più lisce di sempre!

 

Un ottimo scrub sotto la doccia a “km 0”  è utilizzare sale fino da cucina e olio d’oliva:  drenante ed emolliente allo stesso tempo… provate!!!

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in I Consigli della Mano Madre

Metodo Kousmine: le regole fondamentali

Abbiamo già introdotto, all’interno di questo blog, l’educazione alimentare basata sul metodo Kousmine. All’inizio può sembrare complicato e forse troppo rigido per lo stile di vita di oggi. Effettivamente la rigidità è una delle maggiori caratteristiche del metodo, ma tale rigidità non si ottiene subito ma si realizza piano piano insieme alla piena conoscienza del metodo…

Per facilitare la cosa pubblicheremo otto passi sintesi per accostarsi maggiormente al metodo senza aver paura di provarne i benefici.

1. Ricostruzione della flora batterica intestinale, secondo le indicazioni del vostro medico;

2. Da subito diminuzione drastica dei grassi saturi: eliminazione delle carni bovine, eliminazione degli insaccati, diminuzione dei latticini (solo yogurt magro e poco latte scremato non a lunga conservazione = 150 cl al massimo);

3. Introduzione da subito dell’olio extravergine di oliva spremuto a freddo come unico condimento oltre ad un cucchiaio di olio di girasole bio spremuto a freddo

4. Fate una colazione abbondante a base di frutta e una proteina (yogurt magro, tofu o – più raramente – ricotta molto magra): Se non siete abituati ad una colazione abbondante, aumentate gradualmente fino ad arrivare a regime ottimale. La colazione ideale è la crema Budwig;

5. Aumentate gradualmente le verdure crude e cotte;

6. Introducete gradualmente i legumi: dapprima in piccole quantità e a giorni alterni, poi in quantità maggiori;

7. Introducete gradualmente i cereali integrali
• cominciate con riso semintegrale e con piccoli quantitativi di farro, orzo, ecc. nelle minestre
• proseguite introducendo due volte alla settimana il riso integrale
• passate dopo un paio di settimane ad usare solo cereali integrali

8. Diminuite pasta e soprattutto pane; usate solo prodotti lavorati in modo naturale (pane biologico, possibilmente lievitato a pasta acida e pane biologico integrale).

Ovviamente, per chi volesse invece effettuare un approccio repentino al metodo, esiste la possibilità di un digiuno iniziale. Di seguito alcune regole per eseguirlo correttamente:

Si possono consumare 3 bicchieri da 200 cl di succhi freschi (non frullati!) di frutta o verdura al giorno, ma è meglio consumare solo acqua (almeno un litro e mezzo, non gasata). Si può eventualmente acidularla con un po’ di succo di limone. Durante il digiuno praticare il risanamento della flora intestinale.
Evitate lavori faticosi. I due giorni prima del digiuno è meglio passare ad una dieta vegetariana, ricca di fibre.
Dopo il digiuno:
• l’ultima sera di digiuno mangiate una mela poco prima di andare a letto
• primo giorno dopo il digiuno: una mela a colazione, insalata di verdure miste con olio e limone a pranzo e cena
• altri giorni della prima settimana: frutta a colazione, verdure come sopra a pranzo, frutta e verdure come sopra a cena. Tra le verdure evitate i pomodori. Negli ultimi due giorni della prima settimana introducete un po’ di pesce cotto al vapore (80 gr c.) a mezzogiorno
• nella seconda settimana:
– crema Budwig a colazione (mezza porzione nei primi due giorni), senza latticini
– riso integrale a pranzo con verdure crude e cotte con olio e tamari o limone; pesce al vapore (100 gr) e un paio di volte uovo alla coque
– verdure crude o cotte a cena, anche in minestra. Negli ultimi due giorni introducete un po’ di legumi ben cotti.
• nella terza settimana passate al regime normale, evitando carne e latticini, che reintrodurrete gradualmente nella quarta settimana.

Per approfondire l’argomento!

Lascia un commento

Archiviato in Benessere

Chianciano Terme

WHY NOT VISIT?

 

Visitando il nostro centro, oltre che rigenerarvi e rilassarvi potete approfittare dell’ offerta paesaggistica del nostro territorio : Chianciano Terme è il punto centrale per intraprendere un viaggio tra la Val d’Orcia (dal 2004 patrimonio UNESCO)  e la Val di Chiana,  all’insegna della natura, della cultura e dell’enogastronomia .

Chianciano Terme è considerata città della salute, grazie alle varie fonti termali presenti nel proprio territorio, ma c’è molto di più: il Museo Archeologico delle Acque per esempio,  inaugurato nel 1997, e cresciuto negli ultimi anni grazie alle costanti campagne di scavi. Nell’esposizione del museo emerge una galleria dedicata ai canopi rinvenuti nella necropoli di Tolle e una parte della decorazione del frontone del Tempio Etrusco dei Fucoli.

Il Museo d’Arte di Chianciano Terme  è anch’esso un importante punto d’interesse culturale del territorio., con oltre mille opere in esposizione che spaziano dall’arte asiatica a quella contemporanea.

 

 

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Benessere

Come nasce il Centro Benessere Olistico ‘La Mano Madre’

Il progetto nasce in collaborazione con medici olistici e naturopati esperti  e risponde in ogni minimo particolare a precisi criteri il cui fine è  perseguire salute e benessere. Partendo dalla localizzazione, alla forma, al colore e ai trattamenti fino ad arrivare alla disposizione degli oggetti, nulla è lasciato al caso o al mero aspetto estetico.

 Il ventre attorno a cui tutto prende forma è quello della grande vasca, Il Salone dell’Acqua: una vera e propria celebrazione dell’Acqua come elemento primordiale e fonte di vita…

Lascia un commento

Archiviato in Benessere