Archivi tag: catherine kousmine

La Zuppa di Grano Saraceno e Piselli secondo il metodo Kousmine

Ingredienti:

  • Grano Saraceno 150 gr
  • Piselli 200 gr
  • Cipolla 1
  • Carota 1
  • Gambo di sedano 1
  • sale marino integrale e olio extra vergine di oliva (spremitura a freddo)

Procedimento

Se non si usano i queli freschi, ammollare i legumi per almeno 12 ore.

Mettere in acqua le verdure, opportunamente lavate,  e ridotte a tocchetti, aggiungere il sale e portare ad ebollizione  lasciando bollire per un quarto d’ora, quindi aggiungere i piselli ed il grano saraceno.

Far bollire  lentamente per 20 minuti e, a fine cottura frullare una piccola parte di minestra per renderla cremosa. Condire con olio extra vergine d’oliva a crudo.

Buon appetito!!!

handful of buckwheat on white background

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Cucina & Benessere

L’hotel Villa Ricci ed il metodo Kousmine

Da qualche anno ormai, l’Hotel Villa Ricci ospita l’associazione “Cibo è Salute” con il corso base del Metodo Kousmine di cui  abbiamo parlato molte volte; abbiamo pensato però  di rinfrescarvi la memoria, approfittando della presenza di una delle due associazioni approvate dalla Fondazione Internazionale Kousmine.

L’associazione Cibo è Salute contribuisce a rendere più moderno il Metodo della Dott.ssa Kousmine e adivulgarlo,  mantenendo vivo spirito e contenuti della sua metodologia clinica;  tutto questo non è facile, sopratutto quando si ha a che fare con un regime alimentare rigido e molto articolato…almeno agli occhi di chi non lo conosce.

In questi giorni infatti stiamo sperimentando anche noi i benefici dell’alimentazione Kousmine e abbiamo deciso di condividere con voi il menù giornaliero che abbiamo studiato (e mangiato) assieme a loro…quindi restate sintonizzati e armatevi di carta e penna per fare con noi la lista della spesa.

Lascia un commento

Archiviato in Cucina & Benessere

Arriva l’autunno….

Quando le giornate si accorciano, l’aria si fa più fresca e il sole non ci scalda più, possiamo dire che l’autunno è arrivato.  In questo periodo si tende ad essere più malinconici, più introspettivi e si, anche un pò più tristi. Tutto normale però, non allarmatevi, la malinconia è uno stato dell’essere ed è quindi parte di noi, tuttavia affrontare questo periodo con le armi adatte potrebbe aiutarci.

Iniziamo dall’alimentazione: ad ogni cambio di stagione è buona norma affrontare un breve periodo di purificazione, scegliendo frutta e verdura di stagione e prediligendo la cottura a vapore, semplice e sana.  La zucca, le castagne, il melograno, il cavolo,  il radicchio rosso, pere,  mele  e uva possono rientrare nelle nostre tavole e aggiungere anche una sferzata di colore ed allegria. Nessun regime alimentare deve essere triste!! Di seguito vi consigliamo una ricetta semplice da provare (da gustare e consigliare!!!)…fateci sapere 🙂

Crema di Zucca

  • 500 gr di zucca
  • 300 gr di patate
  • 1 spicchilo d’aglio
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • circa 750 ml di brodo vegetale
  • 2 fette di pane integrale
  • noce moscata

Cuocere al vapore la zucca e le patate (entrambe con la buccia) quindi sbucciate e frullate la polpa insieme con il brodo. Fate bollire la crema ottenuta aggiungendo la noce moscata e aggiustate di sale. Infine tostate il pane “insaporendolo” con un pò di aglio. Servite la crema con un filo d’olio extravergine d’oliva e i crostini a parte.

Lascia un commento

Archiviato in Cucina & Benessere

Metodo Kousmine: le regole fondamentali

Abbiamo già introdotto, all’interno di questo blog, l’educazione alimentare basata sul metodo Kousmine. All’inizio può sembrare complicato e forse troppo rigido per lo stile di vita di oggi. Effettivamente la rigidità è una delle maggiori caratteristiche del metodo, ma tale rigidità non si ottiene subito ma si realizza piano piano insieme alla piena conoscienza del metodo…

Per facilitare la cosa pubblicheremo otto passi sintesi per accostarsi maggiormente al metodo senza aver paura di provarne i benefici.

1. Ricostruzione della flora batterica intestinale, secondo le indicazioni del vostro medico;

2. Da subito diminuzione drastica dei grassi saturi: eliminazione delle carni bovine, eliminazione degli insaccati, diminuzione dei latticini (solo yogurt magro e poco latte scremato non a lunga conservazione = 150 cl al massimo);

3. Introduzione da subito dell’olio extravergine di oliva spremuto a freddo come unico condimento oltre ad un cucchiaio di olio di girasole bio spremuto a freddo

4. Fate una colazione abbondante a base di frutta e una proteina (yogurt magro, tofu o – più raramente – ricotta molto magra): Se non siete abituati ad una colazione abbondante, aumentate gradualmente fino ad arrivare a regime ottimale. La colazione ideale è la crema Budwig;

5. Aumentate gradualmente le verdure crude e cotte;

6. Introducete gradualmente i legumi: dapprima in piccole quantità e a giorni alterni, poi in quantità maggiori;

7. Introducete gradualmente i cereali integrali
• cominciate con riso semintegrale e con piccoli quantitativi di farro, orzo, ecc. nelle minestre
• proseguite introducendo due volte alla settimana il riso integrale
• passate dopo un paio di settimane ad usare solo cereali integrali

8. Diminuite pasta e soprattutto pane; usate solo prodotti lavorati in modo naturale (pane biologico, possibilmente lievitato a pasta acida e pane biologico integrale).

Ovviamente, per chi volesse invece effettuare un approccio repentino al metodo, esiste la possibilità di un digiuno iniziale. Di seguito alcune regole per eseguirlo correttamente:

Si possono consumare 3 bicchieri da 200 cl di succhi freschi (non frullati!) di frutta o verdura al giorno, ma è meglio consumare solo acqua (almeno un litro e mezzo, non gasata). Si può eventualmente acidularla con un po’ di succo di limone. Durante il digiuno praticare il risanamento della flora intestinale.
Evitate lavori faticosi. I due giorni prima del digiuno è meglio passare ad una dieta vegetariana, ricca di fibre.
Dopo il digiuno:
• l’ultima sera di digiuno mangiate una mela poco prima di andare a letto
• primo giorno dopo il digiuno: una mela a colazione, insalata di verdure miste con olio e limone a pranzo e cena
• altri giorni della prima settimana: frutta a colazione, verdure come sopra a pranzo, frutta e verdure come sopra a cena. Tra le verdure evitate i pomodori. Negli ultimi due giorni della prima settimana introducete un po’ di pesce cotto al vapore (80 gr c.) a mezzogiorno
• nella seconda settimana:
– crema Budwig a colazione (mezza porzione nei primi due giorni), senza latticini
– riso integrale a pranzo con verdure crude e cotte con olio e tamari o limone; pesce al vapore (100 gr) e un paio di volte uovo alla coque
– verdure crude o cotte a cena, anche in minestra. Negli ultimi due giorni introducete un po’ di legumi ben cotti.
• nella terza settimana passate al regime normale, evitando carne e latticini, che reintrodurrete gradualmente nella quarta settimana.

Per approfondire l’argomento!

Lascia un commento

Archiviato in Benessere

Elementi fondamentali per una corretta alimentazione – Metodo Kousmine

Sappiamo ormai tutti quanto sia importante per il nostro organismo mantenere un regime alimentare sano.

D’altro canto la dieta mediterranea ci aiuta, i nostri olii sono genuini,  spremuti a freddo e molto spesso provenienti da colture biologiche . Le nostre verdure sono facilmente reperibili fresche e di stagione.

Ma questo non è proprio tutto.

All’interno della visione olistica che propone il metodo Kousmine, esistono vari accorgimenti da ricordare ogni qual volta un boccone viene portato alle nostre labbra, poichè questo metodo non è solo un regime alimentare ma un vero e proprio stile di vita e – se volete –  una complessa terapia con un differenziato piano di interventi. Mangiare sano è comunque un modo per mantenersi in forma e tenere lontano malattie causante da virus o batteri; mangiare sano per chi è già malato è d’obbligo.

In questo blog, che non è un blog di medicina o di nutrizione, ci limiteremo a segnalarvi le ricette e gli accorgimenti che potrete applicare al vostro regime alimentare, invitandovi  – qualora vogliate – a segnalarci l’effetto che ne ricaverete.

Iniziamo quindi dal pasto principale della giornata: la colazione.

Molti di noi sono abituati al cornetto ed al cappuccino, moltissimi al caffè. (siamo in Italia d’altronde). Noi vi invitiamo a provare questa ricetta studiata dalla Dr.ssa Kousmine per apportare il giusto nutrimento all’interno della colazione e iniziare bene la giornata.  (per amore di cronaca la ricetta è stata creata da una amica-paziente della Dr.ssa ed è per questo che porta il suo nome).

La Crema Budwig

Ingredienti:

Semi oleosi macinati freschi. (lino, mandorle,nocciole,girasole ecc)
Banana o 1 cucchiaino di miele.
Frutta di stagione.
Il succo di mezzo limone.
Cereali crudi  macinati freschi. (avena, grano saraceno, orzo, riso)
yogurt o tofu o ricotta magra – yogurt bio vaccino o di soia (125 gr.) o tofu (75 gr) o ricotta magra (100 gr)

Emulsionando lo yogurt con una manciata di semi oleosi (o un cucchiaio di olio di lino) si ottiene una base che andrete a dolcificare con la banana schiacciata o con del semplice miele (meglio se d’acacia o millefiori). Infine spremete il limone e aggiungete i cereali e la frutta a pezzi.

Potete accompagnarla con un thè leggero.

 

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Cucina & Benessere

Alimentazione e Metodo Kousmine

Il nostro Hotel ha ospitato ad Aprile 2011 un corso base del metodo Kousmine. Ci fa piacere condividere questa esperienza con tutti i nostri ospiti e per questo riportiamo una breve presentazione del metodo.
Il metodo Kousmine è basato sulle ricerche cliniche e sugli studi scientifici della dott.ssa  Catherine Kousmine, che ha dedicato la sua vita alla ricerca e alla cura dei malati.

Non è medicina alternativa.

È interamente fondato sui principi generali che hanno fatto grande la medicina occidentale classica: forti basi biochimiche, analisi scientifica del metabolismo in tutta la sua complessità, ricerca delle cause reali delle malattie, uso di tutti gli strumenti diagnostici e terapeutici che il progresso scientifico fornisce.
Con in più una visione olistica dell’organismo, che è stata la ricchezza della visione classica della medicina e che è andata un po’ perduta nella eccessiva frammentazione delle specializzazioni mediche moderne.
È un metodo che si è rivelato efficace nel migliorare le risposte del sistema immunitario e quindi nel prevenire e combattere malattie autoimmuni o legate a squilibri dell’organismo, ma  che permette anche alle persone sane di prevenire le malattie e migliorare il loro stato di salute.

Lascia un commento

Archiviato in Cucina & Benessere