Archivi tag: gibran

L’Amicizia

amicizia-mani-toscana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Buongiorno e buon inizio di settimana.

In questo blog spesso si parla di benessere, di equilibrio mentale e fisico e di serenità. Abbiamo mille modi per raggiungere questi stati d’animo e mantenerli, massaggi, meditazione, yoga e altre cento cose che spulciando il blog potete trovare…

E il mondo esterno?

Noi possiamo (dobbiamo)  fare tante cose per noi stessi affinchè sia più facile affrontare le amarezze e le spiacevolezze inevitabili nella nostra vita; ma esistono giornate in cui ci sentiamo senza forza, senza la voglia di combattere le difficoltà esterne…quei giorni che si possono riassumere in “quando il mondo è cattivo”.

Spesso, per salvarci da questo “mondo cattivo”  basta semplicemente fare ricorso all’amicizia, una cosa preziosa e indispensabile. L’amicizia può superare molti ostacoli e, non me ne vogliate, dura più di molti amori conclamati. L’amicizia è qualcosa di importante che ti fa sentire importante quindi, se avete un amico (o un’amica) dedicategli questo post.

E non vi sia nell’amicizia altro scopo che l’approfondimento dello spirito.
Poiché l’amore che non cerca in tutti i modi lo schiudersi del proprio mistero non è amore,
ma una rete lanciata in avanti e che afferra solo ciò che è vano.
E il meglio di voi sia per l’amico vostro.
Se lui dovrà conoscere il riflusso della vostra marea,
fate che ne conosca anche la piena.

Gibran

Annunci

1 Commento

Archiviato in Benessere

Il Tempo…

Non ci siamo dimenticati di voi…..

” E un astronomo disse: Maestro Parlaci del Tempo. E lui rispose:  Vorreste misurare il tempo, l’incommensurabile e l’immenso.

Vorreste regolare il vostro comportamento e dirigere il corso del vostro spirito secondo le ore e le stagioni. Del tempo vorreste fare un fiume per sostate presso la sua riva e guardarlo fluire.

Ma l’eterno che è in voi sa che la vita è senza tempo
E sa che l’oggi non è che il ricordo di ieri, e il domani il sogno di oggi.
E ciò che in voi è canto e contemplazione dimora quieto entro i confini di quel primo attimo in cui le stelle furono disseminate nello spazio.
Chi di voi non sente che la sua forza d’amore è sconfinata?
E chi non sente che questo autentico amore, benché sconfinato, è racchiuso nel centro del proprio essere, e non passa da pensiero d’amore a pensiero d’amore, né da atto d’amore ad atto d’amore?
E non è forse il tempo, così come l’amore, indiviso e immoto?

Ma se col pensiero volete misurare il tempo in stagioni, fate che ogni stagione racchiuda tutte le altre,
E che il presente abbracci il passato con il ricordo, e il futuro con l’attesa.”  (Gibran)

 

Lascia un commento

Archiviato in Corpo&Mente