Archivi categoria: Corpo&Mente

Reiki – primo livello

 

 

 

 

primo livello reiki

 

IL 23 Luglio presso la ManoMadre, un appuntamento da non perdere!!!

Un’ intera giornata dedicata al reiki e all’energia vitale universale.

Per prenotazioni e info costi chiamare  lo 0578 63906

 

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Corpo&Mente

Parliamo di Reiki…

Immagine

Quando si sente parlare di reiki ormai ci viene spontaneo associarlo ai chakra e a tutta quella parte della medicina orientale di cui da un po’ di tempo La Mano Madre si occupa.

Ma cosa è davvero il reiki?

In parole semplici il reiki è il modo di canalizzare ed utilizzare quell’energia universale che ognuno ha dentro di noi, sia a scopo curativo che autocurativo.

Ognuno di noi può acquisire la capacità di accedere a questa energia tramite un’ iniziazione e tutti, in pratica, possono essere iniziati al Reiki. La credenza di base è che l’energia scorrerà attraverso le mani del praticante andando a sanare le ferite (non solo quelle visibili). 

(Continua…)

Lascia un commento

Archiviato in Corpo&Mente

L’era dell’ Acquario

 

albero della vita

 

Il 21 dicembre 2012 ha segnato l’inizio di una nuova era, quella dell’acquario. Un’era molto importante sia per Pachamama (madre terra), per l’intero universo e i suoi abitanti; un’era di cambiamenti.

Le energie pure, scaturite da questo, mutano i nostri strati eterei e, la nostra parte fisica guidata dalla razionalità, risente negativamente di questo cambiamento.

E’ doveroso quindi iniziare a cambiare l’approccio tra noi e l’Universo, ringraziandolo tutte le mattine anche solo perché siamo in grado di vedere l’alba di un nuovo giorno e ringraziando

tutti i giorni Pachamama per tutto quello che ci fornisce.

Consci di questo cambiamento, noi del centro Benessere Olistico La Mano Madre abbiamo deciso di dare la possibilità a tutti di beneficiare dei nostri trattamenti riducendone il costo.

Non esistono scuse per non ringraziare quello che madre terra ci dona tutti i giorni e noi vi consigliamo di farlo anche attraverso il nostro centro benessere olistico.

Vi aspettiamo 🙂

Lascia un commento

Archiviato in Corpo&Mente

Il primo Chakra

Abbiamo già affrontato l’argomento qui, in un’introduzione chiara e semplice. Si fa un gran parlare di chakra ma forse in pochi sanno di cosa realmente si sta parlando.

Dopo l’introduzione è giunto il momento di scoprirli uno per uno, semplicemente e oggi iniziamo dal primo.

Il primo Chakra, detto anche Muladhara in sanscrito è il chakra base, quello legato alla Terra. Dentro di noi è localizzato alla base della spina dorsale, nella zona tra l’ano e gli organi genitali e corrisponde alle ghiandole endocrine surrenali.

Il colore che lo contraddistingue è il rosso e indica come si sente la persona rispetto alle sue energie fisiche, la vitalità.

Un funzionamento eccessivo di questo chakra è causa di un’ossessiva ricerca di soddisfazione materiale e di sicurezza personale, al contrario se la funzionalità del chakra è scarsa si avrà una debolezza fisica ed emozionale che porta a una visione della vita problematica.

Immagine

Lascia un commento

Archiviato in Corpo&Mente

14 Marzo…il risveglio dei chakra…

chakra14

Lascia un commento

5 marzo 2013 · 11:54

Iridologia olistica: gli occhi specchio dell’anima e non solo … prima parte

Un post molto interessante su un blog amico…siamo felici di condividerlo con voi 🙂

 

Iridologia olistica: gli occhi specchio dell’anima e non solo … prima parte.

Lascia un commento

Archiviato in Corpo&Mente

Chakra, questi sconosciuti…?

Quante volte, anche solo discorrendo con gli amici, esce fuori questa parola? Ultimamente l’espressione ” aprire i Chakra” o ” non è nei miei Chakra” è diventata dizionario comune…ma sappiamo veramente cosa sono i Chakra? ci siamo mai fermati a pensare di cosa realmente si parla e a cosa serve conoscerli?

Chakra in sanscrito significa “disco” o ruota, e nello specifico indica le basi delle energie sottili che si ramificano dalla nostra colonna vertebrale; sono viste come  porte di accesso all’essenza del nostro corpo.

Vengono individuati sette Chakra principali, i chakra secondari che corrispondono ai punti nevralgici dell’agopuntura, sono circa un centinaio. La loro funzione principale è quella di assorbire l’Energia Universale, metabolizzarla, alimentare le aure e rilasciare energia all’esterno.  Ciascuno dei sette centri ha sia una componente anteriore che una componente posteriore.  Si fa eccezione per il Primo ed il  Settimo, che invece sono singoli. Dal Secondo al Quinto, l’aspetto anteriore si relaziona con i sentimenti e con le emozioni, mentre quello posteriore con la volontà.

Per quanto riguarda il Sesto ed il Settimo, la correlazione è con la mente e la ragione. Il Primo ed il Settimo hanno inoltre l’importantissima funzione di collegamento per l’essere umano: essendo i Chakra più esterni del canale energetico, essi hanno la caratteristica di porre in relazione l’uomo con l’Universo da un lato e con la Terra dall’altro.

Ogni centro sovrintende a determinati organi, ed ha particolari funzioni a livello emotivo, psichico e spirituale ed è proprio per questo che riteniamo l’equilibrio dei Chakra una cosa fondamentale per l’organismo e per un corretto stile di vita.  Nei post che seguiranno cercheremo di spiegare a grandi linee ognuno di questi sette centri, le loro funzioni ed il loro legame col mondo esterno.

1 Commento

Archiviato in Corpo&Mente

Il Tempo…

Non ci siamo dimenticati di voi…..

” E un astronomo disse: Maestro Parlaci del Tempo. E lui rispose:  Vorreste misurare il tempo, l’incommensurabile e l’immenso.

Vorreste regolare il vostro comportamento e dirigere il corso del vostro spirito secondo le ore e le stagioni. Del tempo vorreste fare un fiume per sostate presso la sua riva e guardarlo fluire.

Ma l’eterno che è in voi sa che la vita è senza tempo
E sa che l’oggi non è che il ricordo di ieri, e il domani il sogno di oggi.
E ciò che in voi è canto e contemplazione dimora quieto entro i confini di quel primo attimo in cui le stelle furono disseminate nello spazio.
Chi di voi non sente che la sua forza d’amore è sconfinata?
E chi non sente che questo autentico amore, benché sconfinato, è racchiuso nel centro del proprio essere, e non passa da pensiero d’amore a pensiero d’amore, né da atto d’amore ad atto d’amore?
E non è forse il tempo, così come l’amore, indiviso e immoto?

Ma se col pensiero volete misurare il tempo in stagioni, fate che ogni stagione racchiuda tutte le altre,
E che il presente abbracci il passato con il ricordo, e il futuro con l’attesa.”  (Gibran)

 

Lascia un commento

Archiviato in Corpo&Mente

Corpo e Mente.

Il rapporto tra corpo e mente è strettamente connesso sebbene piuttosto complicato da capire.

Quando ci succede qualcosa di spiacevole o abbiamo avuto una brutta giornata il nostro fisico tende a reagire con dolori addominali, spossatezza o mal id testa; al contrario se la nostra giornata è stata rilassante, divertente o gratificante, il nostro organismo reagirà facendoci sentire in forma.

Ogni reazione è differente come ogni organismo ma in ogni caso occorre “nutrire” entrambe le cose per raggiungere serenità e equilibrio interiore ed esteriore.

Per quanto riguarda il fisico è necessario adottare uno stile di vita sano, un ‘alimentazione leggera ed equilibrata e del movimento.

Per la mente il discorso è più complesso, tanto più faticoso e lungo quanto più le cause dei nostri disagi psichici sono lontane nel tempo e radicate nella nostra infanzia; per questo sono consigliati esercizi di pensiero positivo, yoga e meditazione e tutto quello che può aiutarci a raggiungere una felicità maggiore, serenità e forza di volontà nell’affrontare sconfitte e dispiaceri. I rapporti interpersonali vengono migliorati e quindi anche il nostro corpo ottiene una sferzata di energia nel migliorare e nell’affrontare le malattie.

 

Lascia un commento

Archiviato in Corpo&Mente

Il Cantastorie

Una storia, un racconto per iniziare bene la settimana….

 

Encho era un famoso cantastorie. I suoi racconti d’amore commovevano chiunque li ascoltasse. Quando raccontava una storia di guerra, era come se gli ascoltatori si trovassero proprio sul campo di battaglia.

Un giorno Encho incontrò Yamaoka Tesshu, un laico che aveva quasi raggiunto la totale padronanza dello Zen. «Ho sentito» disse Yamaoka «che tu sei il più bravo cantastorie del nostro paese e fai piangere e ridere la gente a tuo piacimento. Raccontami la mia storia preferita, quella del Bambino Pesca. Quando ero piccolo dormivo accanto a mia madre, e spesso lei mi raccontava quella favola. A metà del racconto mi addormentavo. Dimmela come me la diceva mia madre».

Encho non osò affrontare subito questa prova. Chiese un po’ di tempo per studiare. Dopo parecchi mesi andò da Yamaoka e disse: «Ti prego, dammi la possibilità di raccontarti la favola».

«Un altro giorno» rispose Yamaoka.

Encho restò molto deluso. Continuò a studiare e provò di nuovo. Yamaoka lo rimandò indietro molte volte. Quando Encho cominciava a parlare, Yamaoka lo interrompeva dicendo: «Non sei ancora come mia madre».

Encho impiegò cinque anni per riuscire a raccontare la favola a Yamaoka come gliel’aveva raccontata sua madre.

Fu così che Yamaoka insegnò lo Zen a Encho.

 

 

Lascia un commento

Archiviato in Corpo&Mente